Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono 70 i morti e almeno 550 i feriti nel bombardamento di ieri che ha colpito un mercato a Damasco. Lo afferma Medici senza Frontiere (Msf).

Msf fa fatica a far fronte all'enorme flusso di feriti, anche perché l'ospedale più vicino era stato bombardato il giorno prima.

"Nelle aree assediate intorno a Damasco quasi un milione di persone vivono bloccate senza alcuna possibilità di fuga, se l'intensificarsi dei bombardamenti si espanderà in queste zone le conseguenze saranno devastanti", scrive l'organizzazione umanitaria.

Medici senza Frontiere "esorta gli Stati membri permanenti del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ad adempiere al mandato di protezione che hanno ricevuto e fermare gli attacchi aerei in Siria".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS