Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo di Damasco è "pronto" a partecipare ai colloqui di pace con l'opposizione a Ginevra, che secondo la risoluzione approvata venerdì scorso dal Consiglio di Sicurezza dovrebbero iniziare il mese prossimo.

Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri siriano, Walid al-Muallim, nel corso di una conferenza stampa a Pechino con il suo omologo cinese, Wang Yi.

"Siamo pronti a partecipare al dialogo a Ginevra e siamo favorevoli che (l'incontro, ndr) si tenga senza interferenze dall'esterno", ha affermato Muallim, precisando che Damasco formerà la delegazione da inviare in Svizzera "non appena riceverà la lista dei rappresentanti dell'opposizione".

Wang ha sottolineato che la Cina sostiene "gli sforzi" del governo siriano nella lotta contro il terrorismo. "Durante i nostri colloqui, il ministro degli Esteri siriano ha affermato che la Siria è impegnata con decisione nella lotta contro il terrorismo. Noi accogliamo positivamente questi sforzi e riteniamo che debbano essere rispettati e sostenuti", ha sottolineato il capo della diplomazia di Pechino.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS