Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Preoccupazione per le notizie secondo le quali i raid della Russia in Siria non abbiano come obiettivo l'Isis" è stata espressa dal segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg.

"Siamo preoccupati per le notizie secondo le quali i raid della Russia in Siria non abbiano come obiettivo l'Isis", è scritto nella nota del segretario generale della Nato.

"Siamo particolarmente preoccupati perché da parte della Russia non c'è stato un vero sforzo di prevenire collisioni tra i suoi raid aerei in Siria e la battaglia contro l'Isis che sta conducendo da tempo la coalizione internazionale a guida Usa contro l'Isis", ha dichiarato ancora Stoltenberg precisando che l'Alleanza Atlantica "ha ricevuto una comunicazione formale da parte della Russia della decisione di fornire sostegno militare ad Assad".

Stoltenberg ha rivolto poi un appello alla Russia "a giocare un ruolo costruttivo e a cooperare nella lotta contro l'Isis" in Siria.

"Sostenere Assad non aiuterà, non sarà un contributo costruttivo ad una soluzione politica", è scritto in una nota. "Adesso è importante concentrare tutti gli sforzi su una soluzione politica negoziata", ha detto ancora Stoltenberg.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS