Navigation

Siria: ondata di arresti a Deraa, si preparano altri raduni

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 maggio 2011 - 14:52
(Keystone-ATS)

L'esercito e le forze di sicurezza siriane hanno continuato oggi le retate nella città di Deraa, nella Siria meridionale, circondata da una settimana dalle forze di sicurezza e dove ancora ieri la polizia ha ucciso sei persone che partecipavano ai funerali delle decine di vittime della repressione del giorno precedente.

"Da questa mattina presto, con l'appoggio di carri armati e auto blindate, vanno da un quartiere all'altro, entrano nelle case arrestando ogni volta una o due persone", ha detto Abdallah Abizad, un militante dei diritti dell'uomo di Deraa, culla della contestazione contro il presidente Bashar el Assad, stimando che da venerdì gli arresti siano centinaia.

I cecchini "sparano su tutto quello che si muove impedendo agli abitanti di recuperare sei corpi che sono in strada da venerdì", Ci sono anche dei feriti che non possiamo curare", ha detto ancora.

C'è un fitto calendario di manifestazioni antigovernative in tutto il paese a partire da oggi: nel pomeriggio un raduno è previsto a Deraa, lunedì nei dintorni di Damasco, martedì a Banias e Jeblah (nordovest), mercoledì a Homs e Talbiseh (centro) e a Tal Kalakh, alla frontiera con il Libano. Per giovedì infine sit in notturni in tutte le città.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?