È di circa 100 miliziani curdo-siriani uccisi il bilancio delle ultime 72 ore di scontri nell'est della Siria tra combattenti dell'Isis e forze curde sostenute dagli Stati Uniti. Lo riferisce l'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus).

L'Ondus, che si avvale di una fitta rete di fonti sul terreno, afferma che da venerdì scorso a ieri 92 miliziani delle cosiddette Forze democratiche siriane (Fds), appoggiate dall'aviazione della Coalizione internazionale anti-Isis a guida Usa, sono morti nei combattimenti con jihadisti dello 'Stato islamico'.

Gli scontri sono in corso da tempo nella valle dell'Eufrate, nella regione di Dayr az Zor, a ridosso del confine con l'Iraq, nel distretto di Abukamal. L'Isis è arroccato da mesi in quella che viene definita come l'ultima sacca di resistenza jihadista tra Siria e Iraq.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.