Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Oltre 200 civili uccisi in una settimana di bombardamenti aerei ad Aleppo (foto d'archivio)

/EPA/ZOUHIR AL SHIMALE

(sda-ats)

È di oltre 200 civili uccisi, di cui più di 50 bambini e 20 donne, in una settimana di bombardamenti aerei e di artiglieria il bilancio dell'inasprimento della violenza ad Aleppo, nel nord della Siria.

Secondo l'Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus), sono 202 i civili morti dal 22 al 28 aprile ad Aleppo e dintorni.

Ieri l'aviazione del regime aveva colpito e distrutto un ospedale nella zona orientale della città fuori dal controllo governativo, uccidendo circa 30 persone.

Gli insorti avevano risposto sparando colpi di artiglieria rudimentali contro zone controllate dal governo e uccidendo, secondo l'agenzia ufficiale Sana, 33 persone.

L'Ondus precisa che 123 civili, di cui 18 bambini e 10 donne, sono morti nelle aree fuori dal controllo governativo nei raid aerei del regime nei quartieri est e sud della città.

Altri 71 civili, di cui 13 bambini e 10 donne, sono invece morti nei quartieri centrali e ovest di Aleppo colpiti da mortai e razzi sparati da forze anti-regime.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS