Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Circa 50 combattenti sono morti in tre giorni di scontri tra jihadisti e ribelli ad Aleppo, nel nord della Siria, dimostrando ancora una volta la rivalità tra i due gruppi entrambi impegnati nel conflitto contro il regime di Damasco. Lo riferisce l'Osservatorio siriano dei diritti umani.

A combattersi sono stati i miliziani dello Stato islamico di Iraq e Siria (Isis), affiliato ad Al Qaida e formato soprattutto da jihadisti stranieri, e un battaglione dell'Esercito siriano libero (Esl) sostenuto dalla Coalizione delle opposizioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS