Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli aerei della coalizione anti-Isis a guida americana ha bombardato miliziani lealisti siriani nel sud-est della Siria.

Keystone/AP/EMRAH GUREL

(sda-ats)

La Coalizione anti-Isis a guida americana ha ucciso almeno 17 miliziani lealisti siriani in raid aerei compiuti nelle ultime ore nel sud-est della Siria, in un'area contesa tra forze lealiste siriane, ribelli appoggiati dagli Usa, e miliziani dell'Isis.

Lo riferisce l'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), a conferma di quanto riferito ieri sera dal Coordinamento militare della Coalizione anti-Isis, secondo cui è stato colpito un convoglio di mezzi che si dirigeva verso il valico frontaliero di Tanf, controllato da forze siriane sostenute dagli Usa.

Non è però ben chiaro quanti miliziani siano morti nel raid, analogo a quello avvenuto nei giorni scorsi nella stessa zona. Il bombardamento - secondo l'Ondus - è stato compiuto nei pressi del posto di blocco di Zaza, 100 km a nord-ovest di Tanf.

In un comunicato diffuso dall'agenzia governativa siriana Sana, Damasco denuncia il raid della Coalizione e afferma che questa azione "dimostra che la Coalizione sostiene i gruppi terroristici" come l'Isis e al Qaida.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS