Navigation

Siria: ong, ucciso in raid Usa esponente qaidista di spicco

Un alto esponente del qaidismo internazionale, Sayyaf at Tunsi, di nazionalità tunisina, è stato ucciso nelle ultime ore nella Siria nord-occidentale da un raid aereo attributo agli Stati Uniti. KEYSTONE/AP/Felipe Dana sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 15 settembre 2020 - 19:22
(Keystone-ATS)

Un alto esponente del qaidismo internazionale, Sayyaf at Tunsi, di nazionalità tunisina, è stato ucciso nelle ultime ore nella Siria nord-occidentale da un raid aereo attributo agli Stati Uniti.

Lo riferisce l'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria, secondo cui l'attacco aereo condotto ieri nella città siriana di Idlib ha colpito il veicolo su cui viaggiava Tunsi, da più parti indicato come uno dei principali leader qaidisti operativi in Medio Oriente.

Tunsi, che agisce in Siria da diversi anni e che ha aderito a diverse formazioni armate qaidiste, è accusato di aver guidato miliziani in un massacro commesso nel 2015 in una località a maggioranza drusa nella regione di Idlib.

Secondo l'Osservatorio, che ieri aveva dato la notizia del raid aereo con un drone ma che non aveva fornito dettagli sulle vittime, il tipo di missile usato nell'attacco è lo stesso usato da altri raid aerei compiuti dall'aviazione americana in Siria.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.