Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia hanno chiesto che le Nazioni Unite inviino aiuti umanitari con lanci aerei nelle zone assediate in Siria. I primi rifornimenti dovrebbero arrivare nelle città di Daraya, Madaya e Moadamiyeh.

Lo ha detto l'ambasciatore di Parigi François Delattre, presidente di turno del Consiglio di Sicurezza. I Quindici si riuniranno domani per discutere il tema.

"La Francia chiede all'ONU e in particolare al Programma alimentare mondiale (PAM) di iniziare lanci aerei di aiuti umanitari nelle zone in difficoltà, a cominciare da Madaya, Daraya e Moadamiyeh, dove la popolazione civile inclusi i bambini rischiano di morire di fame", ha spiegato Delattre.

Secondo quanto rivelato da fonti diplomatiche del Palazzo di Vetro di New York, durante la riunione di domani i membri del Consiglio di Sicurezza dovrebbero ricevere un aggiornamento della situazione dall'inviato speciale delle Nazioni Unite in Siria, Staffan de Mistura.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS