Navigation

Siria: Onu; Annan ad Assad, contro crisi cambiamento e riforme

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 marzo 2012 - 20:14
(Keystone-ATS)

"La risposta realistica alla crisi siriana è quella di abbracciare cambiamento e riforme": così si è espresso l'inviato speciale di Onu e Lega Araba Kofi Annan, al termine della due giorni di incontri con il presidente Bashar al Assad, a Damasco.

In un comunicato l'ex segretario generale delle Nazioni Unite ha detto di aver incentrato la discussione sugli obiettivi fondamentali di questo processo: arresto immediato della violenza, accesso degli operatori umanitari e dialogo politico. "Ho presentato una serie di proposte concrete, che abbiano un impatto sulla situazione reale, dicendo ad Assad che la mia principale preoccupazione è il benessere della popolazione e che dovremmo mettere la gente al centro di tutti i nostri sforzi", ha detto Annan.

L'inviato Onu ha inoltre sottolineato la necessità di riforme, che creino la base solida per una Siria democratica e una società pluralista, stabile e prospera. "Ho sollecitato il Presidente a seguire un antico proverbio africano - ha spiegato ancora nella nota diffusa al Palazzo di Vetro - non si può girare il vento, e allora bisogna girare la vela".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?