Le Nazioni Unite hanno affermato di aver consegnato aiuti umanitari a circa 15mila civili sfollati e bloccati in un campo profughi a ridosso del confine tra Siria e Giordania.

Ma la direzione dello stesso campo smentisce l'Onu e sostiene che il convoglio umanitario non è stato fatto entrare nell'agglomerato per ragioni politiche.

L'ufficio del coordinamento umanitario dell'Onu (Ocha) ha riferito, in un comunicato diffuso oggi, di aver concluso la seconda fase del sostegno umanitario alle decine di migliaia di civili del campo di Rukban, nella Siria sud-orientale vicino alla frontiera con la Giordania.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.