Navigation

Siria: ONU, Consiglio Sicurezza condanna attacchi ambasciate

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 novembre 2011 - 17:11
(Keystone-ATS)

Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu condanna fermamente gli attacchi contro diverse ambasciate e sedi consolari in Siria. È quanto si legge in una dichiarazione di Josè Filipe Moraes Cabral, presidente dei Quindici per il mese di novembre.

I membri del Consiglio di sicurezza hanno quindi ribadito il loro appello alle autorità di Damasco a rispettare pienamente i loro obblighi internazionali di protezione delle sedi e del personale diplomatico.

Nella nota i membri del Consiglio di Sicurezza dell'Onu hanno ricordato che tali attacchi sono contrari al principio fondamentale dell'inviolabilità delle missioni diplomatiche. Secondo quanto stabilito dalla Convenzione di Vienna del 1961 - si legge ancora nel comunicato - i governi ospitanti hanno l'obbligo di adottare tutte le misure appropriate per evitare qualsiasi intrusione o danno alle sedi estere.

I Quindici hanno quindi espresso profonda preoccupazione per il fallimento della richiesta, rivolta alle autorità siriane, di proteggere le ambasciate e i consolati stranieri.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?