Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Iran potrebbe aver fornito armi al regime di Bashar al Assad, in Siria, ha affermato oggi un alto funzionario dell'Onu. Il sottosegretario per gli affari politici dell'Onu Jeffrey Feltman, intervenendo ad una riunione del Consiglio di Sicurezza su Medio Oriente, ha ribadito la preoccupazione espressa più volte dal segretario generale Ban Ki-moon sul flusso di armi fornite ad entrambe le parti in Siria.

In alcuni casi, ha detto, questo "sembra violare la risoluzione 1747 del Consiglio di Sicurezza, che vieta all'Iran, ai sensi del Capitolo 7 della Carta Onu, l'esportazione di armi". In caso di violazione di quanto disposto nel documento, i Quindici possono autorizzare interventi che vanno dalle sanzioni diplomatiche ed economiche all'intervento militare.

Quanto affermato si affiancherebbe all'accusa mossa ripetutamente dai Paesi occidentali, secondo i quali Teheran sta fornendo fondi, armi e mezzi di intelligence alle forze governative siriane.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS