Navigation

Siria: Onu, Usa disgustati dopo veto Russia e Cina

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 febbraio 2012 - 19:19
(Keystone-ATS)

Gli Stati Uniti sono "disgustati": lo afferma l'ambasciatrice americana all'Onu, Susan Rice, dopo il veto di Russia e Cina a una risoluzione sulla Siria.

L'ambasciatore britannico all'Onu Mark Lyall Grant spiega dal canto suo che la Gran Bretagna è "sconvolta. Sono dieci mesi" che si lavora: "Non c'era nulla nella risoluzione che potesse innescare un veto. La verità è che Russia e Cina hanno fatto una scelta"

"È con grande disappunto e preoccupazione che accogliamo il doppio veto posto sulla bozza di risoluzione contro il regime di Assad, in Siria. Oggi è un giorno triste per il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, per la Siria e per tutte le democrazie", ha detto l'ambasciatore francese al Palazzo di Vetro Gerard Araud.

"Dopo undici mesi di violenze, migliaia e migliaia di persone uccise, imprigionate e torturate, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha fallito ancora, non rispettando il suo mandato e venendo meno al suo compito di protezione della pace e sicurezza mondiale. Questo è uno scandalo". Questa l'opinione di Peter Wittig, ambasciatore tedesco all'Onu. Egli ha ricordato che la posizione della Germania è molto chiara: "è necessario porre fine alle violenze messe in atto dal regime di Assad, e iniziare un vero dialogo politico".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?