Navigation

Siria: più grande esodo profughi in Giordania in un giorno

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 marzo 2012 - 15:31
(Keystone-ATS)

Centinaia di famiglie siriane sono entrate nelle prime ore di oggi in Giordania per sfuggire alle violenze nel loro Paese in quello che autorità giordane hanno definito come il più grande esodo di profughi in un solo giorno dall'inizio della crisi.

I rifugiati hanno ricevuto cibo e riparo temporaneo da organizzazioni per l'assistenza umanitaria.

Secondo residenti nella città giordana di Ramtha, vicino al confine, i profughi vengono da Harak, Basr al Harir e altre località della provincia di Daraa, nel sud della Siria. Attivisti dell'opposizione hanno detto che l'esercito siriano ha isolato i villaggi e impedisce l'arrivo di cibo e medicinali per le popolazioni.

Rappresentanti dell'Alto commissariato dell'Onu per i rifugiati (Unhcr) ad Amman hanno detto all'ANSA che la Giordania ospita già decine di migliaia di profughi dalla Siria, anche se solo 5.000 di loro sono stati ufficialmente registrati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?