Navigation

Siria: progressi concreti per la pace, secondo Cassis

Il consigliere federale Ignazio Cassis o New York per discutere della pace in Siria (archivio) KEYSTONE/PETER SCHNEIDER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 24 settembre 2019 - 22:00
(Keystone-ATS)

La Svizzera, in qualità di Stato depositario delle Convenzioni di Ginevra, sostiene la rapida istituzione di un Comitato costituzionale per la Siria, come proposto dal Segretario generale dell'ONU.

I progressi concreti nel processo di pace dell'ONU per la Siria sono ormai a portata di mano, ha detto il consigliere federale Ignazio Cassis a New York.

In una riunione a margine della 74a Assemblea plenaria delle Nazioni Unite, il ministro degli esteri svizzero ha affermato che la Costituzione siriana dovrebbe rappresentare il punto di riferimento per eccellenza per tutti i siriani. Per legittimare la creazione della Comitato costituzionale e dargli il massimo significato, Cassis ha precisato che la società civile siriana deve poter interagire con esso.

Il capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) ha menzionato a questo proposito la "Civil Society Support Room" di Ginevra, un forum di scambi tra società e politica sostenuto attivamente dalla Svizzera.

La Confederazione è d'altra parte impegnata finanziariamente in Siria e nella regione per offrire protezione e aiuto umanitario. Finora sono stati sbloccati circa 420 milioni di franchi, ha ricordato il consigliere federale. A suo avviso è la più grande operazione umanitaria nella storia della Confederazione. 12 milioni di persone in Siria hanno bisogno di aiuto, di questi circa 5,6 milioni hanno cercato rifugio nei paesi vicini. Il responsabile del Dipartimento degli affari esteri si è mostrato particolarmente preoccupato per la situazione umanitaria a nord-ovest della Siria.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.