Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato l'inizio del ritiro delle forze russe dalla Siria affermando che gli "obiettivi sono stati raggiunti". I militari cominceranno a lasciare il Paese mediorientale domani.

Putin ha informato il suo omologo siriano Bashar al Assad della decisione. Continueranno comunque ad essere operative la base aerea di Hemeimeem, nella provincia di Latakia, e quella navale nel porto di Tartous.

Il Cremlino spiega che la Russia intende così mantenere un centro di controllo aereo per "monitorare la tregua". Le basi russe di Tartous e Hemeimeem opereranno d'ora in poi in regime di "routine". Anche i militari russi che resteranno in Siria vigileranno sulla tenuta del cessate-il-fuoco.

Il presidente russo spera che l'inizio del ritiro delle truppe russe sia "una buona motivazione per dare inizio alle negoziazioni politiche tra le forze del Paese", riporta la Tass.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS