Navigation

Siria: rapporto Hrw accusa regime di crimini contro umanità

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 novembre 2011 - 08:16
(Keystone-ATS)

L'organizzazione per i diritti umani Human Rights Watch accusa la Siria di "crimini contro l'umanità". In un nuovo rapporto pubblicato oggi, in vista della riunione della Lega araba al Cairo sul dossier siriano, Hrw invita l'organizzazione panaraba a chiedere al Consiglio di sicurezza dell'Onu di imporre a Damasco un embargo sulle armi e sanzioni contro i responsabili delle violazioni dei diritti umani e di deferire il regime di Bashar al-Assad alla Corte penale internazionale (Cpi).

"La natura sistematica degli abusi contro i civili di Homs da parte delle forze governative siriane, come la tortura e le uccisioni illegali, indicano che sono stati commessi crimini contro l'umanità", spiega l'organizzazione non governativa sul proprio sito.

Secondo il rapporto, basato su oltre 110 interviste alle vittime e ai testimoni della città e del governatorato di Homs, diventati centro dell'opposizione al regime, da metà aprile alla fine di agosto le forze di sicurezza hanno ucciso almeno 587 civili, il numero più alto di ogni governatorato. Almeno altre 104 persone sono state uccise, sempre a Homs, dal 2 novembre quando il governo di Damasco ha accettato il piano della Lega araba per fermare le violenze.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?