Navigation

Siria: ribelli, non più impegno cessate fuoco piano Onu

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 giugno 2012 - 17:00
(Keystone-ATS)

I ribelli siriani non si ritengono più impegnati al rispetto del cessate il fuoco stabilito dal piano Annan. Lo ha sottolineato un portavoce del consiglio militare dei ribelli, Sami al Kurdi.

"Abbiamo deciso di porre fine ai nostri impegni rispetto al piano (dell'inviato Onu e Lega araba Kofi Annan) e a partire da venerdì abbiamo cominciato a difendere il nostro popolo", ha detto il maggiore Sami al-Kurdi, con riferimento ad un ultimatum lanciato nei giorni scorsi al presidente siriano Bashar al Assad con la richiesta di uno stop immediato alle violenze pena conseguenze.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?