Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È di 52 civili uccisi, tra cui bambini e donne, il bilancio del massacro compiuto dall'autoproclamato Stato islamico (Isis) nella Siria centrale a est di Hama.

Lo riferisce l'agenzia ufficiale Sana, che cita il direttore dell'ospedale di Salamiya, capitale della provincia attaccata stamani all'alba da miliziani locali dell'Isis.

Le fonti citate dalla Sana affermano che l'attacco contro il villaggio di Aqareb, vicino Salamiya, ha causato "molte vittime". Nell'ospedale di zona sono arrivate 52 salme, di cui 15 minori tra 3 e 13 anni. Stamani erano state riportate notizie di attacchi con colpi di artiglieria da parte dell'Isis sulla città di Salamiya. A confermare il bilancio anche l'Osservatorio siriano dei diritti umani.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS