Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La guerra in Siria non si arresta nemmeno nell'ultimo giorno di ramadan: negli scontri tra esercito e ribelli sono morte all'alba sette persone, secondo quanto riporta l'ong siriana Osservatorio dei diritti dell'uomo.

I combattimenti proseguono soprattutto ad Aleppo, seconda città del Paese, nei quartieri di Seif al-Dawla e di Izaa. Tra le vittime anche due bambini e due giovani donne. Sabato le violenze hanno ucciso 137 persone, di cui 63 civili, 31 ribelli e 43 soldati.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS