Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Molti bambini stanno morendo in Siria. soprattutto nella regione di Damasco, sotto assedio, dove si intensificano i bombardamenti: è quanto denuncia l'ong per i diritti dell'infanzia Save the Children.

In un comunicato rende noto che nella zona di Khan Eshieh nei raid hanno perso la vita almeno 11 persone nelle ultime ore.

"Khan Eshieh - scrive Save the Children - è l'ultima area in Siria in ordine di tempo ad essere stata sottoposta ad un assedio totale, da quando anche l'ultima strada di accesso rimasta libera è stata bloccata la scorsa settimana. Il campo profughi palestinese, a sud di Damasco, ospita circa 3000 bambini ora intrappolati a causa dell'assedio, mentre le provviste di cibo e medicine si stanno esaurendo. L'unica struttura medica esistente nel campo è quasi senza scorte vitali per poter curare i feriti. Una bambina di otto anni, rimasta ferita ieri dopo un bombardamento, ha dovuto subire l'amputazione di una mano a causa della mancanza di strumenti e forniture mediche adeguate".

L'ong fa anche l'esempio di Darayya, a soli 11 chilometri dalla capitale, che è "sotto assedio e senza aiuti dall'ottobre 2012, si teme una nuova offensiva nei prossimi giorni. Secondo le testimonianze dei residenti raccolte da Save the Children, le bombe hanno colpito i civili mentre erano in coda presso un convoglio di aiuti al quale era stato impedito di entrare in città lo scorso giovedì".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS