Uno scambio di prigionieri è avvenuto oggi tra il regime di Damasco e le forze di opposizione nel nord della Siria, con la mediazione dei Paesi membri del gruppo di Astana - Turchia, Russia e Iran - e delle Nazioni Unite.

Lo scambio è avvenuto simultaneamente nel distretto di Abu al Zindeen a sud di Al Bab, un'area controllata dalle forze anti-Assad cooptate da Ankara. Lo riferisce una nota del ministero degli Esteri turco, aggiungendo che il gruppo di lavoro che ha coordinato l'operazione "continuerà le sue attività nel prossimo futuro".

L'operazione giunge a due giorni dal nuovo summit a Sochi tra i leader del format di Astana, Erdogan, Putin e Rohani.

La nota di Ankara non indica il numero esatto di detenuti coinvolti. Secondo l'agenzia statale turca Anadolu, Damasco avrebbe rilasciato 22 persone - tra cui anche donne e minori - e le forze di opposizione 20 uomini.

Un primo scambio di prigionieri con questa formula era stato effettuato lo scorso novembre.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.