Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La tregua sembra per il momento rispettata (foto d'archivio)

Keystone/AP The Syrian Revolution against Bashar Assad/HOEP

(sda-ats)

L'accordo tra Usa e Russia per una tregua nella Siria meridionale è scattato alle 12 ora locale (11 in Svizzera).

Il cessate il fuoco era stato annunciato dopo l'incontro tra il presidente americano Donald Trump e quello russo Vladimir Putin, a margine del G20 di Amburgo.

L'ong Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), riferisce che già da diverse ore prima dell'entrata in vigore del cessate il fuoco i combattimenti erano praticamente cessati nella regione, che comprende le province di Quneitra, Daraa e Sweida.

L'accordo è stata raggiunto dopo lunghi negoziati tra inviati americani e russi svoltisi in Giordania, durante i quali anche Israele è stato consultato. Interesse primario dello Stato ebraico, della Giordania e del loro alleato americano è quello di bloccare, con il congelamento dei combattimenti, anche l'avanzata di milizie libanesi Hezbollah e di altri Paesi, coordinate dai Pasdaran iraniani, verso il confine israelo-giordano.

Non è chiaro chi dovrà sovrintendere all'applicazione del cessate il fuoco e segnalare le eventuali violazioni. La Russia ha detto che il compito sarà svolto da suoi militari, ma gli Usa non hanno confermato. La Giordania ha chiarito di non avere intenzione di schierare propri militari sul terreno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS