Navigation

Siria: segretario Lega araba, stop violenze e riforme

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 settembre 2011 - 15:36
(Keystone-ATS)

La fine immediata delle violenze contro i civili, la liberazione di tutti i prigionieri politici e la definizione di una road map verso le riforme. Sono queste le linee principali dell'iniziativa araba che il segretario generale della Lega araba Nabil el Araby illustrerà domani al presidente siriano Bashar el Assad a Damasco. Lo ha spiegato lo stesso el Araby in una conferenza stampa col suo predecessore e attuale candidato alla presidenza egiziana Amr Mussa, spiegando che durante il colloquio trasmetterà "un messaggio chiaro" al presidente siriano.

Rispondendo alle domande dei giornalisti, il capo della Lega araba ha riferito che non incontrerà esponenti dell'opposizione siriana e che Damasco ha protestato contro la formulazione del comunicato finale diffuso al termine della riunione straordinaria dei ministri degli Esteri arabi alla fine di agosto ma non si è opposta alla visita di domani.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?