La marina britannica sarebbe pronta ad unire le forze con gli Stati Uniti per un eventuale attacco missilistico in Siria, in uno degli sviluppi possibili in risposta all'escalation dopo il presunto attacco chimico a Damasco dello scorso 21 agosto, e che potrebbe partire già a giorni. Lo riferiscono alcuni giornali britannici.

Il "Daily Telegraph "online cita fonti governative britanniche secondo cui continueranno i contatti tra il premier David Cameron e il presidente americano Barack Obama a riguardo, precisando tuttavia che nel caso in cui una decisione in questa direzione venga presa l'azione militare potrebbe partire entro la prossima settimana.

Il "Daily Mail" online scrive che l'ipotesi è stata discussa durante una telefonata di 40 minuti tra Cameron e Obama e che una decisione verrà presa entro 48 ore.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.