Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Sono finalmente al sicuro e stanno facendo rientro in Italia". Con queste parole il ministro degli esteri italiano Giulio Terzi ha annunciato oggi la definitiva conclusione della vicenda dei due tecnici Oriano Cantani e Domenico Tedeschi, scomparsi il 18 luglio scorso in Siria e liberati venerdì.

"Attendiamo già nelle prossime ore in Italia i nostri due connazionali - ha detto Terzi - con sentimenti di forte sollievo, considerati i gravissimi rischi che hanno corso per la loro incolumità in un Paese sconvolto da inaccettabili violenze di cui sono vittima sopratutto i civili innocenti".

Citati ieri dall'agenzia ufficiale Sana, i due tecnici italiani affermano di esser "stati rapiti e vessati da un gruppo terroristico armato" e di esser stati "liberati dall'esercito arabo siriano"(governativo).

Raggiunto telefonicamente ieri da Beirut, Cantani si è limitato a dire all'agenzia stampa Ansa che "sta bene" e che per il momento preferiva non dire altro "in attesa del rientro in Italia".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS