Navigation

Siria: Turchia, operazione fino a raggiungimento obiettivi

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Ankara proseguirà la sua campagna militare in Siria. KEYSTONE/AP/BURHAN OZBILICI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 novembre 2019 - 10:19
(Keystone-ATS)

L'operazione militare lanciata il mese scorso dalla Turchia contro le milizie curde nel nordest della Siria "proseguirà fino al raggiungimento di tutti i suoi scopi, prendendo tutte le precauzioni per evitare di colpire i civili".

Lo afferma una nota diffusa al termine del Consiglio di sicurezza nazionale di Ankara, presieduto dal capo dello Stato Recep Tayyip Erdogan.

L'offensiva, ribattezzata Fonte di Pace, si è di fatto interrotta dopo gli accordi raggiunti separatamente con Stati Uniti e Russia per il ritiro dei curdi dalla fascia di frontiera, anche se scontri occasionali e attacchi nella regione continuano.

Ankara sostiene di voler rafforzare la zona di sicurezza ai suoi confini, in modo da trasferirvi almeno un milione dei 3,6 milioni di rifugiati siriani attualmente in Turchia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.