Navigation

Siria: tv Stato, Assad concede amnistia per 'fermati'

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 giugno 2011 - 11:03
(Keystone-ATS)

Il presidente siriano Bashar al Assad ha emesso oggi un'amnistia per tutti quei siriani "fermati" nelle carceri anche fino a ieri. Lo riferisce con una scritta in sovrimpressione la tv di Stato siriana, senza per il momento fornire ulteriori precisazioni.

L'agenzia ufficiale Sana precisa che Assad ha concesso oggi una seconda "amnistia generale" nell'arco di appena tre settimane e che con quest'ultimo decreto, il cui contenuto era stato anticipato ieri dallo stesso rais durante il suo discorso alla nazione, prevede la scarcerazione immediata per tutte "le persone fermate per aver commesso crimini fino al 20 giugno 2011".

Il 31 maggio scorso aveva decretato un'amnistia generale analoga, la prima dall'inizio a marzo scorso delle proteste anti-regime senza precedenti, e la seconda da quando Assad aveva ereditato il potere dal defunto padre Hafez nell'estate di undici anni fa. Bashar al-Assad aveva ieri affermato che in Siria attualmente sarebbero in circolazione circa 63.000 criminali ricercati dalla giustizia e che, secondo il rais, sarebbero in parte responsabili degli "atti di sabotaggio e terrorismo", termine con cui il regime descrive le manifestazioni anti-regime.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?