Navigation

Siria: ufficiale, già decisa abrogazione leggi emergenza

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 marzo 2011 - 14:58
(Keystone-ATS)

Le autorità siriane hanno già preso la decisione di abrogare la legislazione di emergenza in vigore nel Paese dal 1963. Lo ha detto oggi all'Afp il consigliere del presidente Bashar al Assad, Buthayna Shaaban.

"Le decisione di abrogare le leggi di emergenza è già stata presa, ma non so quando sarà messa in applicazione", ha detto Buthayna Shaaban.

Tale legislazione, entrata in vigore subito dopo la presa di potere da parte del Baath nel marzo 1963, impone restrizioni alla libertà di riunirsi e di spostarsi e consente l'arresto di "sospetti o di persone che minacciano la sicurezza".

Queste leggi permettono inoltre di interrogare, sorvegliare le comunicazioni ed effettuare controlli preliminari su quanto pubblicano i giornali e diffondono le radio e ogni altro mezzo di informazione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.