Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli Stati Uniti dispongono di "indicazioni" secondo cui armi chimiche sarebbero state usate lo scorso aprile contro in un villaggio siriano sotto il controllo dei ribelli, Kfar Zeita.

"Abbiamo indicazioni riguardo l'uso di un prodotto chimico industriale tossico, probabilmente cloro", ha affermato il portavoce della Casa Bianca, Jay Carney, aggiungendo che gli Usa esaminano "le affermazioni secondo cui il governo siriano sarebbe responsabile" dell'uso di tali armi.

Anche la portavoce del Dipartimento di Stato Jen Psaki ha affermato che gli Usa hanno "indicazioni" sull'uso di un prodotto chimico, probabilmente cloro.

"Stiamo lavorando per determinare ciò che è successo e continueremo a consultarci e a condividere informazioni con i nostri partner", ha aggiunto, sottolineando che gli Usa prendono "molto seriamente ogni affermazione sull'uso di prodotti chimici in combattimento".

SDA-ATS