Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Siria è pronta a mostrare le sue armi chimiche e a cessarne la produzione. Lo afferma il ministro degli esteri siriano Walid al-Muallem.

"Siamo pronti ad annunciare dove si trovano le armi chimiche, a cessarne la produzione e a mostrarne le strutture ai rappresentanti della Russia, di altri paesi e delle Nazioni Unite", ha detto Muallem in una dichiarazione battuta dall'agenzia russa Interfax.

"La nostra adesione all'iniziativa russa ha per obiettivo quello di cessare di avere tutte le armi chimiche", ha assicurato il capo della diplomazia siriana.

La Siria "vuole aderire alla Convenzione per l'interdizione delle armi chimiche", ha ancora spiegato al-Muallem. "Rispetteremo i nostri impegni nel quadro di questa convenzione, compreso dare informazioni su queste armi", ha aggiunto.

Intanto la riunione del Consiglio di sicurezza dell'Onu che era in programma nel pomeriggio a New York è stata cancellata dopo che la Russia ha ritirato la richiesta. Un segno delle difficoltà incontrate nelle ultime ore per mettere a punto un testo di risoluzione sulla Siria.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS