Sono almeno 75 le vittime della scossa di magnitudo 6,8 che ha colpito ieri la Birmania orientale, secondo l'ultimo bilancio provvisorio. I feriti sono più di cento.

L'ultimo bilancio, fornito da un dirigente birmano che ha chiesto di rimanere anonimo, è destinato ad aumentare quando i soccorritori riusciranno ad accedere a zone per ora inaccessibili.

La scossa ha colpito il "triangolo d'oro", ai confini fra Birmania, Thailandia e Laos, una zona montagnosa di difficile accesso ma dove si svolge un attivo commercio transfrontaliero. È stata particolarmente violenta in alcuni comuni vicini alle città birmane di Tashilek e Kenhtung, dove si è registrato finora il maggior numero di vittime, secondo la fonte.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.