Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Lo tsunami causato ieri dal potente terremoto di magnitudo 8.3 registrato in Cile ha raggiunto le coste orientali del Giappone, dove sono finora state osservate onde anomale alte fino a 40 cm nella prefettura di Iwate.

La Japan Meteoroglogical Agency ha lanciato in piena notte l'allerta su maremoti di un metro massimo, stimando l'arrivo sulle coste settentrionali di Hokkaido verso le 5 locali (le 22 di ieri in Svizzera) e le regioni del Tohoku e Kanto nella mezz'ora successiva.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS