Navigation

Sisma Giappone: danni fino a 180 miliardi dollari, Credit Suisse

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 marzo 2011 - 09:44
(Keystone-ATS)

Il violento terremoto e il successivo tsunami in Giappone avrebbero causato danni economici per 170-180 miliardi di dollari: la stima è avanzata dal capo economista del Credit Suisse Giappone Hiromichi Shirakawa, in un'analisi di mercato pubblicata oggi.

La cifra corrisponde a poco meno del 40% di quella causata dal sisma di Kobe nel 1995. Sul territorio devastato dal sisma e dall'ondata da esso causato ci sono meno stabili d'uffici, fabbriche e autostrade che nella regione di Kobe, spiega l'economista.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?