Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo sloveno ha presentato oggi una lista di provvedimenti da adottare nel biennio 2015-2016 per ridurre il tasso di corruzione. Delle undici misure annunciate molte determineranno il modus operandi della pubblica amministrazione, altre invece sono state inserite 'ad personam' per cercare di frenare il fenomeno della corruzione in alcuni tra i più dibattuti casi degli ultimi anni in Slovenia.

Sotto la lente d'ingrandimento finirà così la realizzazione del blocco 6 della centrale termoelettrica di Sostanj che, secondo le prime previsioni di diversi anni fa, sarebbe dovuta costare 600 milioni di euro ed è oggi valutata in 1,4 miliardi di euro.

Altri provvedimenti meno specifici riguardano la pubblica amministrazione: dalla centralizzazione dei bandi pubblici nel settore sanità ai codici etici per i funzionari del governo e alla supervisione del loro lavoro, ai requisiti più stringenti per l'assunzione di cariche pubbliche.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS