Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ancora una nube di fumo stamane sopra Olten dopo il grosso incendio di ieri nei pressi della stazione della città solettese. A causarla è stato un bidone di vecchie batterie incendiatesi sul terreno di una ditta di riciclaggio nel quartiere industriale.

La causa è stata una reazione chimica, ha indicato il portavoce della polizia solettese Thomas Kummer. La popolazione residente nelle vicinanze del quartiere industriale è stata esortata a chiudere porte e finestre.

La polizia non è ancora in grado di fornire indicazioni sulle cause del grosso incendio con potenti esplosioni scoppiato nel tardo pomeriggio di ieri nella parte superiore dell'edificio, ancora in costruzione, denominato Aarepark, sul cui sito web sono offerti in affitto appartamenti, uffici e spazi commerciali.

L'accesso allo stabile - che secondo il "Blick" avrebbe dovuto essere aperto il primo aprile 2016 - è tuttora sbarrato dalla polizia, ha precisato Kummer. I danni non sono ancora stati quantificati ma sono certamente ingenti, aggravati dalla molta acqua usata dai pompieri per lo spegnimento.

Sul tetto piatto dell'edificio sono scoppiate, verosimilmente a causa del calore, diverse bombole di gas, che in parte sono state sbalzate sulla strada sottostante. Non ci sono stati per fortuna feriti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS