Navigation

Socialisti e Verdi valutano se accettare donazioni grandi banche

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 marzo 2012 - 18:57
(Keystone-ATS)

La decisione di alcune banche - in particolare la cooperativa Raiffeisen e il Credit Suisse - di finanziare indistintamente tutti i partiti presenti in parlamento mette socialisti e Verdi di fronte a un dilemma etico. La direzione del Partito socialista (PS) ha quindi deciso di approfondire internamente il tema ed invita le sezioni cantonali ad esprimersi in merito.

Tali contributi "costituiscono per il PS una chance ma comportano anche dei rischi", sottolinea oggi il partito in una nota. La direzione ha quindi deciso di lanciare una procedura di consultazione interna fino a fine maggio. Alle sezioni cantonali vengono proposte due varianti possibili.

La prima prevede che il partito respinga tutte le donazioni provenienti dal mondo dell'economia, limitandosi ad incassare il sostegno di persone fisiche. L'altra variante contempla la possibilità di accettare donazioni da parte di imprese che finanziano in maniera trasparente tutti i partiti politici. I risultati della consultazione verranno poi elaborati e una proposta concreta sarà presentata in occasione dell'assemblea dei delegati.

Anche i Verdi si trovano di fronte a un problema. Il partito - informato in via ufficiosa dal Credit Suisse - non ha ancora deciso se vorrà accettare denaro da una grossa banca, ha indicato all'ats la segretaria generale Miriam Behrens. In ogni caso ad occuparsi della questione sarà la nuova presidenza, che verrà eletta dal partito il prossimo 21 aprile. I Verdi hanno accettato una donazione della Banca Raiffeisen, perché si trattava di un sostegno trasparente e diretto a tutti i partiti.

Per i partiti "borghesi" tali donazioni risultano meno problematiche. UDC, PPD e PVL non hanno remore particolari, mentre il PBD deciderà la prossima settimana se accettare il denaro del Credit Suisse, ha detto la portavoce Nina Zosso. Il PLR si attiene semplicemente alla regola secondo cui una donazione non può superare la quota di 1/15 del budget.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?