Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Momenti drammatici oggi per i proprietari di case in Polonia dopo la decisione della Banca nazionale svizzera di abolire il cambio minimo con l'euro. Circa 700'000 economie domestiche hanno il loro mutuo in franchi e ora i debitori sono costretti a pagare interessi che, con l'improvviso deprezzamento dello zloty di circa il 20%, si rivelano assai più elevati per chi ha lo stipendio nella moneta locale.

Stando alla commissione polacca di sorveglianza delle banche, il 40% dei crediti immobiliari in Polonia sono elargiti in franchi, per un volume di 31 miliardi di euro. Mutui in valuta elvetica sono comuni anche in Ungheria e Croazia.

Il terremoto odierno ha avuto ripercussioni anche sulla borsa di Varsavia, che a metà giornata perdeva circa il 2%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS