Navigation

SolarStratos: due prime mondiali a Payerne (VD)

Raphaël Domjan si è lanciato nel vuoto a una quota di 1520 metri e ha realizzato una caduta libera di di svariate centinaia di metri. Keystone/www.lundi13.ch/© Fred Merz | Lundi13 | SolarStratos sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 25 agosto 2020 - 14:27
(Keystone-ATS)

Raphaël Domjan, progettatore e futuro pilota dell'aereo solare stratosferico SolarStratos, ha compiuto oggi a Payerne (VD) il primo salto della storia da un aereo elettrico. Ma non è la sola prima: ha pure effettuato la prima caduta libera solare di tutti i tempi.

Caricato esclusivamente con energia fotovoltaica, l'aereo sperimentale è decollato dall'aerodromo vodese alle 07.40, indica un comunicato. Ai comandi vi era il pilota spagnolo Miguel Iturmendi.

Domjan si è lanciato nel vuoto a una quota di 5000 piedi (1520 metri) e ha realizzato una caduta libera di di svariate centinaia di metri raggiungendo una velocità di oltre 150 km/h prima di posarsi davanti a una serie di invitati riuniti alla base di SolarStratos.

"È un messaggio di speranza per le generazioni future: potranno sempre sognare e realizzare attività quali il paracadutismo, ma senza emissioni ad effetto serra e in un silenzio assoluto", afferma Domjan citato nella nota. "Gli aerei mi hanno sempre affascinato e spero che ciò continuerà a far sognare i giovani di domani, grazie ad aerei più rispettosi del nostro pianeta e del nostro clima", aggiunge il neocastellano.

Giovedì scorso l'aereo solare aveva effettuato il suo primo volo con due persone a bordo: Domjan e Iturmendi hanno volato per 49 minuti a un'altitudine di 1500 metri. Il velivolo ha compiuto nel 2017 il suo primo volo in assoluto, sempre nei cieli sopra Payerne, ma dall'estate del 2018 è rimasto a terra a causa di un'ala danneggiata. I test sono ripresi lo scorso 23 luglio, ma sempre e solo con un solo pilota a bordo.

La missione rimane quella di raggiungere la stratosfera grazie all'energia solare durante un volo di circa 6-8 ore. "Speriamo di arrivarci nel 2022, ma sarà una grande sfida. Anche perché mancano finanziamenti", aveva indicato Domjan la settimana scorsa. Al progetto, a cui lavorano una ventina di persone, contribuisce anche l'Ufficio federale dell'aviazione civile.

L'ecoaviatore neocastellano si è distinto per aver realizzato nel 2012 il primo giro del mondo con il catamarano PlanetSolar, mosso anch'esso dall'energia solare.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.