Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La procura di Soletta ha avviato indagini su società fantasma che offrono prodotti finanziari ad alto rendimento: i capitali investiti scompaiono però nel nulla.

L'inchiesta è scattata alla fine del 2016 dopo una serie di denunce presentate da persone alle quali sono stati proposti investimenti molto remunerativi, perlopiù sui mercati di Giappone e Cina. Dopo i primi pagamenti gli investitori sono stati sollecitati a versare altro denaro, pena la perdita dell'intera somma fino a quel momento sborsata. Di guadagni, però, nemmeno l'ombra.

Le indagini hanno mostrato che i truffatori agiscono sotto la copertura di società fittizie e utilizzano recapiti telefonici svizzeri, pur trovandosi all'estero. Si servono anche di una homepage, apparentemente affidabile, in cui compaiono diversi documenti, quali contratti e certificati. Le vittime sono state invitate a versare denaro su conti bancari all'estero, principalmente in Asia e a Cipro. Finora, secondo un comunicato della procura solettese, sono così spariti oltre un milione di franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS