Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo solettese è favorevole alla presenza di stranieri con permesso di domicilio (C) nel corpo di polizia cantonale, cosa attualmente permessa soltanto a cittadini svizzeri.

Questa proposta è contenuta nel progetto di revisione della legge sulla polizia. Con la loro conoscenza delle lingue e delle altre culture, afferma il Consiglio di Stato, i poliziotti stranieri apporterebbero qualcosa in più all'amministrazione e alla società. In Svizzera vi sono già quattro cantoni che hanno aperto le porte della polizia a stranieri; si tratta di Giura, Neuchâtel, Basilea Città e Svitto.

Soletta è attualmente alle prese con problemi di reclutamento. Inoltre sottolinea l'esecutivo cantonale, la polizia deve rispecchiare la composizione della popolazione, e nel Cantone vi è oggi il 19,5% di stranieri, molti dei quali sono nati in Svizzera, parlano perfino il dialetto e sono ben integrati.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS