Una settimana lavorativa di tre giorni e in pensione più tardi, dopo i 70 anni. A lanciare la proposta è il magnate dei media messicano e secondo uomo più ricco al mondo, Carlos Slim, secondo cui è necessaria una radicale revisione della vita lavorativa.

"Si deve lavorare per più anni, fino a 70-75 anni, ma tre giorni alla settimana, anche 11 ore", ha affermato Slim, sottolineando che "con tre giorni di lavoro a settimana ci sarebbe più tempo per il relax e per una migliore qualità della vita. E con quattro giorni senza lavorare a disposizione diventerebbe molto importante creare nuove attività di intrattenimento".

La ricetta di Slim punta a una forza lavorativa più produttiva che - a suo avviso - è in grado di affrontare meglio i problemi legati alla longevità e al suo peso sulle finanze pubbliche.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.