Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Quattro civili somali, tra cui un'anziana di 80 anni e la sua nipotina di 9 anni, uccisi a colpi di arma da fuoco dai peacekeeper dell'Unione africana (Ua) mentre erano a bordo della loro auto nel sud della Somalia diretti ad un ospedale di Mogadiscio per cure.

Lo scrive la Bbc online. L'incidente, dai contorni ancora poco chiari e che sta causando polemiche, si è verificato vicino Bulla Marer, a 60 km a sud-ovest della capitale Mogadiscio.

La missione dell'Unione africana si è giustificata affermando che i soldati, spaventati, hanno aperto il fuoco sulla vettura con a bordo i quattro civili, dopo che la loro auto non si era fermata ad un posto di blocco e che i peacekeeper non hanno agito deliberatamente.

Abdiwahid Ibrahim Maalim, figlio dell'anziana rimasta uccisa, ha riferito che la donna si trovava nell'auto insieme a due amici, uno dei quali era il loro autista. Abitanti dell'area, il Lower Shabelle, hanno protestato per quanto accaduto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS