Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le autorità somale hanno confermato che la bomba che ha squarciato la fusoliera di un Airbus A-321 delle linee aeree somale Daallo Airlines, la settimana scorsa, era nascosta in un computer portatile e probabilmente doveva esplodere su un volo di Turkish Airlines.

Lo riporta il Wall Street Journal.

Abdullahi Abdisalam Borle, 55 anni, il passeggero identificato come l'attentatore, è rimasto ucciso nell'esplosione, mentre altre due persone sono rimaste ferite. Gli altri 74 passeggeri e i membri dell'equipaggio sono invece rimasti illesi.

Secondo quanto dichiarato da Abdisalam Aato, portavoce del governo somalo, Borle doveva lasciare Mogadiscio a bordo di un aereo della Turkish Airlines, ma quando il volo è stato cancellato lui e gli altri passeggeri sono stati imbarcati sull'Airbus A-321 di Daallo Airlines.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS