Navigation

Somalia: Onu, fame colpisce sesta regione, peggiorerà

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 settembre 2011 - 11:17
(Keystone-ATS)

La carestia ha colpito un'altra regione della Somalia, quella di Bay, nel sud, la sesta del paese a soffrire della grave crisi alimentare che coinvolge il Corno d'Africa. Lo annuncia il centro di analisi per la sicurezza alimentare dell'Onu (Fsnau).

"In totale quattro milioni di persone soffrono della crisi alimentare in Somalia, di queste 750'000 rischiano la morte nei prossimi quattro mesi in assenza di una risposta adeguata", avverte il Fsnau in un comunicato, ricordando che "decine di migliaia di persone sono già morte, di queste oltre la metà erano bambini".

La regione di Bay, l'ultima a essere stata dichiarata in situazione di carestia dall'Onu, è controllata dai ribelli islamici shabaab, così come la maggior parte del sud e del centro della Somalia.

Lo stato di carestia corrisponde a una definizione precisa delle Nazioni unite: almeno il 20% delle famiglie colpite da una grave penuria alimentare, il 30% della popolazione in stato di grave malnutrizione e un tasso di mortalità quotidiano di 2 persone su 10'000.

Complessivamente secondo l'Onu sono circa 12,4 milioni le persone colpite dalla peggiore siccità degli ultimi decenni in Corno d'Africa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?