Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Svizzera e la Repubblica democratica del Congo hanno concluso oggi a Kinshasa un accordo di cooperazione in materia di migrazione. L'intesa è stata firmata dalla consigliera federale Simonetta Sommaruga e dal ministro congolese degli interni Richard Muyej Mangez.

In base all'accordo, la Repubblica democratica del Congo s'impegna a riammettere sul suo territorio i propri cittadini che non adempiono (più) le condizioni di soggiorno in Svizzera, indica il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) in una nota.

La ministra di giustizia e polizia ha inoltre incontrato la sua omologa congolese Wivine Mumba Matipa, con la quale ha parlato della situazione dei diritti umani. La consigliera federale Sommaruga ha inoltre discusso con rappresentanti di ONG.

Durante la sua permanenza a Kinshasa, Sommaruga ha anche visitato la "Maison des Congolais de l'étranger et des migrants", finanziata dalla Svizzera. Questo centro di assistenza e di consulenza, spiega il DFGP, ha come scopo la sensibilizzazione della popolazione congolese in particolare sui rischi della migrazione illegale.

Prima di recarsi nella Repubblica democratica del Congo, Sommaruga si era recata in Nigeria per firmare un'intesa su questioni migratorie. Ora Sommaruga continuerà il suo viaggio recandosi in Angola, dove firmerà un altro accordo di cooperazione in materia di migrazione. Rientrerà in Svizzera giovedì.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS