Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La consigliera federale Simonetta Sommaruga ha accolto oggi a Berna due membri del Quartetto per il dialogo nazionale tunisino, al quale è stato conferito il premio Nobel per la pace 2015.

Ne ha approfittato per insistere sul valore della società civile in democrazia e ha assicurato che la Svizzera porterà avanti il suo impegno per sostenere il percorso di transizione intrapreso nel Paese nordafricano.

La responsabile del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) ha incontrato Abdessattar ben Moussa, presidente della Lega tunisina dei diritti dell'uomo (LTDH), e Fadhel Mahfoudh, presidente dell'Ordine nazionale degli avvocati di Tunisia (ONAT), precisa una nota del DFGP.

Sotto l'egida del Quartetto, di cui fanno parte anche l'Unione generale tunisina del lavoro (UGTT) e l'Unione dell'industria, del commercio e dell'artigianato (UTICA), nel 2013 in Tunisia si era instaurato un dialogo nazionale tra tutti i partiti che ha permesso di superare la crisi politica, aprendo la strada all'approvazione di una nuova costituzione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS