Navigation

Sospetta corruzione a UFAM: procura federale indaga

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 ottobre 2010 - 12:54
(Keystone-ATS)

BERNA - Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) sta indagando su un caso di presunta corruzione all'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM). Diverse persone sono coinvolte, ha indicato oggi la procura federale all'ATS, confermando una informazione della "Berner Zeitung".
Le persone in questione sono sospettate di infedeltà nella gestione pubblica e di corruzione, aggiunge l'MPC in una presa di posizione scritta, senza precisare se tutti i sospetti siano dipendenti dell'UFAM. La procura afferma di non poter fornire altre informazioni a causa del segreto d'ufficio e istruttorio.
Da parte sua l'UFAM ha confermato, tramite la portavoce Rebekka Reichlin, di aver sospeso un dipendente in relazione al procediemento penale in corso.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo